Corso Aggiornamento Dirigente per la sicurezza - Azienda Sicura
Menu

AGGIORNAMENTO DIRIGENTE PER LA SICUREZZA

Riferimenti e Descrizione

Una delle figure custodi delle principali responsabilità presenti nel Testo Unico sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro è sicuramente quella del Dirigente. La persona che è operativamente chiamata a gestire ed organizzare, anche economicamente, gli aspetti legati all’attività di lavoro e di conseguenza alla sicurezza viene oggi identificata come Dirigente anche senza necessità di una delega esplicita.

Questa figura di fatto può arrivare a sostituire il Datore di Lavoro, cui resta sempre e comunque l’obbligo di vigilare, in merito alle responsabilità sulla sicurezza dell’azienda e per tanto diventa fondamentale che il Dirigente sia obbligatoriamente formato ed informato sui rischi e sulle procedure previste per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Il D.Lgs 81/08 prevede anche per queste figura un adeguata formazione che è stata dettagliata dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 vista la complessità della figura e delle relative responsabilità che spaziano dall’ambito amministrativo, con riferimento anche alla 231/01, all’operatività di tutta la struttura aziendale cui il Dirigente è chiamato a sovrintendere.

Piano formativo corso Aggiornamento Dirigente alla Sicurezza

Obiettivi Formativi

Il corso è svolto in armonia con l’Accordo tra Stato, le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano tra Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Ministro della Salute, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano per la formazione dei lavoratori ai sensi dell’art. 37 comma 2, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, con l’obiettivo generale di migliorare la preparazione dei dirigenti al fine di poter promuovere un’efficace interazione con l’ambiente e l’organizzazione lavorativa, favorendo la prevenzione dei rischi psicofisici e la definizione efficace degli standard di cultura della sicurezza e livelli sempre più elevati di soddisfazione lavorativa e di promozione del benessere di chi vi lavora.

Obblighi del Dirigente

Nel Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 il dirigente è definito come: persona che, in ragione delle competenze professionali

e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l'attività lavorativa e vigilando su di essa. Il dirigente per la sicurezza è una figura di garanzia che può affiancare il datore di lavoro nei compiti di implementazione del sistema di gestione per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro con compiti meramente attuativi, giacché importanti e talvolta vitali per lo svolgimento del processo aziendale.

Ruolo generale del dirigente per la sicurezza

L’art. 2 comma 1 lettera d) del D.Lgs 81/08, definisce in maniera esplicita ed univoca il dirigente come la persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l’attività lavorativa e vigilando su di essa. Pertanto L’art. 37 del D. Lgs. 81/08 (cosiddetto Testo

Unico sulla Sicurezza) prevede una specifica formazione per i dirigenti, specificatamente normata dall’ accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la formazione dei lavoratori, sancito il 21/12/2011 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 11/01/2011.

La delega di funzioni al dirigente per la sicurezza

Il dirigente può avere obblighi di natura organizzativa e gestionale; comunque, anche tenendo conto dell'effettività delle sue funzioni e responsabilità, è opportuno che il dirigente per la sicurezza sia formalmente delegato dal datore di lavoro. Tale delega deve risultare da atto scritto con data certa, il delegato deve avere tutti i requisiti richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate, deve avere tutti i poteri di organizzazione, gestione e controllo richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate.