corso Primo soccorso Aggiornamento per aziende gruppo B e C
Menu

PRIMO SOCCORSO AGGIORNAMENTO

Riferimenti e Descrizione

Il corso è destinato ad Addetti al servizio di primo soccorso aziendale, soddisfa l’aggiornamento obbligatorio previsto dal D.M. 388/2003 e mira a verificare le capacità di intervento pratico, oltre ad un offrire un panoramico ripasso della parte teorica in merito agli elementi di primo soccorso in relazione all’ambiente di lavoro.

I destinatari del Corso sono i lavoratori designati al Primo Soccorso, secondo il Decreto Legislativo 9 Aprile 2008 n°81, delle aziende appartenenti al Gruppo B-C, individuate secondo i criteri del Decreto Ministeriale 388/03. Prerequisiti richiesti sono Attestato di frequenza ad un corso di formazione per il primo soccorso aziendale per le aziende del gruppo B-C, di almeno 12 ore svolto ai sensi del D.M. 388/03.

Il Testo Unico sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, il D.Lgs 81/08, individua tra gli obblighi del datore di lavoro la responsabilità di gestire l’emergenza all’interno della propria azienda. Nell’adempimento di quest’obbligo il datore di lavoro deve quindi provvedere a creare delle apposite strategie per gestire il verificarsi di un pericolo grave e immediato. Fanno parte di queste procedure la realizzazione del piano d’emergenza aziendale e l’individuazione, tra le risorse umane aziendali, di una squadra emergenze in grado di intervenire prontamente per gestire in maniera efficace il presentarsi di un emergenza grave e immediata come nel caso di incendi, black-out, evacuazione e problemi legati alla salute dei lavoratori sia a causa di un malore, una malattia professionale che di un infortunio.

A tal scopo il D.Lgs 81/08, dando continuità a quanto già previsto dal D.lgs 626/94, indica che i lavoratori identificati dal datore di lavoro per assolvere a questo tipo di incarico, devono ricevere la nomina quali addetti antincendio, addetti al primo soccorso ed alle emergenze in generale. In riferimento agli addetti al Primo Soccorso aziendale il D.M. 388/2003 individua non soltanto le attrezzature ed i presidi da avere all’interno dell’azienda, ma anche le indicazioni sui requisiti e la formazione dedicata a questa figura che nel tempo ha assunto un’importanza sempre maggiore.

Lo scopo del corso è di fornire , attraverso un modulo teorico, tutte le conoscenze relative alla segnalazione e gestione di un emergenza sanitaria.
Il D.M. 388/2003 suddivide le aziende in 3 grandi gruppi che sono:
Gruppo B:
aziende o unità produttive con almeno 3 lavoratori che non rientrino nel gruppo A. Rientrano nel gruppo B anche le Aziende od unità produttive di 3-5 lavoratori il cui gruppo di tariffa presenta un indice infortunistico di inabilità permanente superiore a 4.
Gruppo C:
aziende con meno di 3 lavoratori che non rientrino nel gruppo A

Piano formativo corso Aggiornamento Primo Soccorso gruppi B e C

Obiettivi del corso

Il corso verifica e migliora le competenze su come allertare il sistema di soccorso e attuare gli interventi di primo soccorso, conoscere i rischi specifici dell'attività svolta, acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro. Il Decreto Legislativo 81/2008 , stabilisce che "Il datore di lavoro, tenendo conto della natura della attività e delle dimensioni dell'azienda o della unità produttiva, sentito il Medico Competente ove nominato, prende i provvedimenti necessari in materia di primo soccorso e di assistenza medica di emergenza" (Art. 45 – Primo Soccorso)..

La formazione

I moduli A e B verificano e migliorano le conoscenze di base per riconoscere un’emergenza sanitaria. Si parte dalla scena dell’infortunio e all’accertamento delle condizioni psicofisiche dell’infortunato fino alla comunicazione delle informazioni ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza. Si danno cenni in materia di anatomia e fisiologia dell’apparato respiratorio e cardiocircolatorio e sulle varie tecniche di auto-protezione del personale addetto al soccorso.

Modulo C e pratica: questa parte del corso riprende le conoscenze generali sui traumi sul luogo di lavoro dando cenni di anatomia scheletrica dei vari traumi e lesioni sui quali intervenire. È in questo modulo che si consolideranno le capacità di intervento pratico effettuando esercitazioni sulle principali tecniche di primo soccorso e rianimazione, di tamponamento emorragico e sul comportamento da tenere in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.

  • Funzioni vitali (polso, pressione, respiro)
  • Stato di coscienza; ipotermia e ipertermia

La Normativa

I lavoratori incaricati dell'attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell'emergenza devono ricevere un'adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico; in attesa dell'emanazione delle disposizioni di cui al comma 3 dell'articolo 46, continuano a trovare applicazione le disposizioni di cui al DM 10 marzo 1998 DM 388/03. L'azienda categorizzata

come gruppo A deve avere una quadra di emergenza addetta al primo soccorso in grado di gestire l'emergenza derivata da infortunio o malore, questo a tutela della salute e dei lavoratori. Le aziende appartenenti alla categoria gruppo A devono incaricare alcuni lavoratori delle attività di primo soccorso.

Attrezzature minime per gli interventi di pronto soccorso

Il datore di lavoro deve garantire le seguenti attrezzature: cassetta di pronto soccorso, tenuta presso ciascun luogo di lavoro, adeguatamente custodita in un luogo facilmente accessibile ed individuabile con segnaletica appropriata, contenente la dotazione minima sotto indicata, che fa parte del presente decreto, da integrare sulla base dei rischi presenti nei luoghi di lavoro e su indicazione del medico competente, ove previsto, e del sistema di emergenza sanitaria del Servizio Sanitario Nazionale, e della quale sia costantemente assicurata, la completezza ed il corretto stato d'uso dei presidi ivi contenuti, un mezzo di comunicazione idoneo ad attivare rapidamente il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale.